società cooperativa sociale agricola

Semine OGM: AIAB, Legambiente, Greenpeace, ISDE e WWF commentano

"A forza di aspettare che qualcun'altro agisca si è lasciato il campo libero, in tutti i sensi, a coloro ai quali importa solo fare show"

Così il comunicato congiunto AIAB, Legambiente, Greenpeace, ISDE e WWF.

"È vero che il quadro normativo è a dir poco intricato ma a forza di aspettare che altri disbroglino la matassa il tempo passa, i semi germinano, le piante crescono, i pollini si disperdono… e le potenzialità di un modello agricolo di qualità si dissolvono.
Il tutto procede in parallelo con un processo di perdita di fiducia nelle istituzioni, che in questa occasione sono accorse ad eventuale protezione dei pochi arroganti ma hanno calpestato la volontà della stragrande maggioranza di consumatori, cittadini e contadini friulani che gli OGM non li vogliono."

Per AIAB, Legambiente, Greenpeace, ISDE e WWF è adesso che i  i palazzi devono percepire l'urgenza ed intervenire per non "arrenderci tutti all'ignavia ed organizzarci in proprio per evitare di dilapidare la biodiversità e l'eccellenza di un sistema agricolo che, sia il Governo nazionale che quello regionale, ci avevano promesso sarebbe diventato modello di sviluppo"

L'agricoltura sociale secondo Caresà

Relazioni, Inclusione e Agricoltura Biologica: CI STAI?
Fai tuo il manifesto di Caresà!

Leggi tutto »

Caresà – società cooperativa sociale agricola
Iscr. Albo Società Cooperative sez. a mutualità prevalente di diritto A195156
Iscrizione Albo Regionale PD0164 - R.E.A.: 381883 – C.F. e P.I. 04341240283
sede legale: via Porto Inferiore, 2 – 35020 Brugine (PD)

x
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.