società cooperativa sociale agricola

La nostra riflessione sul Referendum del 17 aprile

La nostra riflessione sul Referendum del 17 aprile

Domenica 17 aprile si vota in tutta Italia per il referendum popolare abrogativo promosso da nove Consigli Regionali - Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise - per cancellare una parte dell'articolo della legge ambientale che regola le trivellazioni marine. In particolare, si tratta della norma che consente di estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine dalle coste italiane senza limiti di tempo. Il referendum interessa le 21 concessioni attualmente esistenti e non si riferisce alla possibilità di creare nuovi impianti di estrazione.
 
Anche noi di Caresà ci stiamo facendo un’idea di cosa e come votare.
 
Per prima cosa pensiamo che sia importante andare a votare.
Il voto è un diritto di noi cittadini, è il potere di agire di un soggetto a tutela di un proprio interesse riconosciuto dall'ordinamento giuridico.
 
Crediamo che sia importante votare consapevolmente dopo un attento approfondimento personale di quali sono i pro e i contro di questo referendum. E qui entrano in gioco fattori culturali, scelte di vita personali e l’idea di mondo futuro che ognuno di noi si è formato. Per questo sentiamo il dovere di invitare tutti voi a informarvi sui contenuti del quesito referendario.
 
Per prima cosa vi riportiamo cosa dice il quesito referendario: " Volete voi che sia abrogato l'art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, "Norme in materia ambientale", come sostituito dal comma 239 dell'art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato (legge di stabilità 2016)", limitatamente alle seguenti parole: "per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale"? ".
 
Vi invitiamo a leggere come si vota: L'elettore che vuole che le trivellazioni marine già in corso vengano interrotte alla scadenza delle loro autorizzazioni, traccerà una X sulla casella del SI; l'elettore che vuole che le trivelle continuino l'attività fino a quando il giacimento lo consente, traccerà una X sulla casella del NO.
 
E infine vi invitiamo a leggere questi link di approfondimento.
Buona riflessione
Caresà Cooperativa Sociale Agricola
 

 

L'agricoltura sociale secondo Caresà

Relazioni, Inclusione e Agricoltura Biologica: CI STAI?
Fai tuo il manifesto di Caresà!

Leggi tutto »

Caresà – società cooperativa sociale agricola
Iscr. Albo Società Cooperative sez. a mutualità prevalente di diritto A195156
Iscrizione Albo Regionale PD0164 - R.E.A.: 381883 – C.F. e P.I. 04341240283
sede legale: via Porto Inferiore, 2 – 35020 Brugine (PD)

x
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.