società cooperativa sociale agricola

Serata “LIBERA”

Serata “LIBERA”

Giovedì 21 marzo in occasione della XXIV Giornata della memoria e dell’impegno in memoria delle vittime di mafia organizzata da Libera organizziamo una cena preparata solo con prodotti biologici Caresà e Libera Terra.

>> MENU <<
++ Panelle di ceci con spinaci
++ Friselline con salsa mediterranea di pomodorini secchi e crema di mozzarella di bufala
++ Anelletti al forno con ragù vegetale di cicerchia e scamorza di bufala
++ Polpette di lenticchie e carote con insalata di stagione
++ Cassatine di ricotta di bufala e cioccolato con marmellata di arance rosse

++ PRENOTAZIONI AL 338 4147030 ++

Costo 25 euro a persona (esclusi vini, liquori e caffè)

>> OSPITE DELLA SERATA <<

Francesco Citarda, presidente della cooperativa Placido Rizzotto Libera Terra, che ci racconterà la sua esperienza nel mondo di Libera e il suo impegno nella lotta alle mafie.

La Cooperativa Placido Rizzotto nasce nel Novembre 2001 ed è la prima cooperativa di giovani costituita per la gestione delle terre confiscate alla mafia site nel territorio dei Comuni del Consorzio Sviluppo e Legalità dove effettua l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, creando opportunità occupazionali ispirandosi ai principi della solidarietà e della legalità. Il metodo di coltivazione scelto sin dall’inizio è quello biologico e le produzioni sono tutte artigianali, al fine di garantire la bontà e la qualità dei prodotti che conservano il sapore antico della tradizione siciliana.

>> XXIV GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO IN MEMORIA DELLE VITTIME DI MAFIA <<

“Passaggio a Nord Est. Orizzonti di giustizia sociale” è il titolo scelto per la 24a Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che da Padova farà risuonare – in contemporanea con migliaia di piazze del mondo – i nomi delle oltre 900 vittime di mafia.

La giornata nasce 24 anni fa dal dolore di una madre che, in occasione del primo anniversario della strage di Capaci, si avvicinò a don Ciotti e gli disse: «Sono la mamma di Antonino Montinaro, il caposcorta di Giovanni Falcone. Perché il nome di mio figlio non lo dicono mai? È morto come gli altri». Da allora ogni anno, il primo giorno di primavera, migliaia di persone si riuniscono nelle piazze d’Italia, dell’Europa e dell’America Latina per leggere, simultaneamente, l’interminabile “rosario civile”.

L'agricoltura sociale secondo Caresà

Relazioni, Inclusione e Agricoltura Biologica: CI STAI?
Fai tuo il manifesto di Caresà!

Leggi tutto »

Caresà – società cooperativa sociale agricola
Iscr. Albo Società Cooperative sez. a mutualità prevalente di diritto A195156
Iscrizione Albo Regionale PD0164 - R.E.A.: 381883 – C.F. e P.I. 04341240283
sede legale: via Porto Inferiore, 2 – 35020 Brugine (PD)

x
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.